Il Mat, un piccolo grande aiuto per ascoltare meglio i CD

Questo dischetto in cloruro di polivinile del peso di soli sei grammi, posto sopra il compact disc, permette di migliorare sensibilmente la timbrica e il dettaglio delle registrazioni

 

Per ascoltare la musica nel modo più “fedele” possibile (da qui la definizione, per l’appunto, di “alta fedeltà” che dovrebbe contraddistinguere l’ascolto di qualità) non è necessario dover mettere mano ai portafogli o alla carta di credito per acquistare componenti di maggior pregio, capaci, ma non è detto, di garantire una maggiore affidabilità audiofila. Una sacra legge di chi ricerca il suono fedele in fase di ascolto afferma infatti che è maggiormente consigliabile cercare di sfruttare al massimo ciò che già si possiede ovviando a possibili limiti con l’utilizzo di determinati accessori (che nel variegato mondo dell’Hi-Fi non mancano di certo), che a fronte di un minore esborso economico possono permettere quel salto di qualità con il quale migliorare la resa sonora della catena di ascolto, invece di passare subito a un upgrade dell’hardware, che dev’essere sempre valutato con attenzione, proprio per il fatto di dover affrontare una spesa sostanziosa.

E tra gli accessori che possono servire per migliorare il suono del nostro beneamato impianto di ascolto senza spendere una fortuna, nel campo della riproduzione digitale (ossia dei cosiddetti lettori CD), vi sono sicuramente i mat, ossia quei “tappetini” che possono essere fatti di alcuni materiali (in neoprene, fibra di carbonio, perfino lavorati in oro) che si pongono sopra i dischetti argentati, una volta che questi ultimi vengono appoggiati sul platorello del lettore. Tra i diversi modelli presenti sul mercato, si distingue il Mat Chakra CD dell’azienda romana Sublima dell’ingegner Alex Cereda che è composto da una base in PVC (cloruro di polivinile) su cui viene applicata, a più strati, una miscela di minerali e pigmenti “attivati” secondo una proceduta proprietaria, opportunamente brevettata, della stessa azienda. Il Mat Chakra CD funziona come gli altri prodotti del genere, nel senso che dev’essere posto sopra il compact disc (tra l’altro il Chakra vanta uno spessore veramente esiguo, esattamente 0,6 millimetri, che lo rende compatibile con più del novanta per cento delle meccaniche in commercio), senza contare che questo dischetto non forza il motore di rotazione perché il suo peso è tra gli otto e i nove grammi, tale da non rappresentarne un ostacolo durante il funzionamento del lettore CD.

Come posizionare il mat sul CD messo sul platorello del lettore CD.

L’utilizzo di questo mat, con qualsiasi tipo e genere di musica, permette di migliorare la resa timbrica del suono, che si presenta più articolata, naturale, veloce, e il dettaglio, ossia come viene riproposto lo strumento musicale o la voce che emettono il suono, la loro fisicità, la loro matericità, come si dice in termini audiofili, e ciò vale prima di tutto per gli strumenti acustici.

L’ascolto effettuato con o senza il Mat Chakra è rivelatore della bontà del prodotto e di come riesce, con efficacia, a rendere meno “digitale” il suono che esce dal dischetto argentato, come lo può (ma non è detto alla resa dei conti, ossia quando viene inserito all’interno di una catena di riproduzione sonora) solo l’acquisto di un lettore CD di fascia medio-alta, il cui costo va tranquillamente oltre i 1.500 euro, mentre il risultato che si ottiene con questo dischetto della Sublima porta a un esborso di soli 120 euro, senza contare che per l’ingegner Cereda vale la legge del “soddisfatti o rimborsati”; quindi, se non si è soddisfatti del mat in quanto non si ottengono quei benefici certificati dalla qualità del dischetto, il proprietario della Sublima rimborsa interamente, dietro restituzione del prodotto, l’importo pagato.

Andrea Bedetti

 

Sublima – Mat Chakra CD

Distribuito da Sublima

tel: 347.5800299

mail: sublima@libero.it

web: www.sublimacables.com

Prezzo: 120,00 Euro