Suoni africani dalla Puglia

Dietro la sigla Puglia Jazz Factory troviamo riunito un gruppo di musicisti pugliesi composto dai sassofonisti Gaetano Partipilo e Raffaele Casarano, dal pianista Mirko Signorile, da Marco Bardoscia al contrabbasso e basso elettrico e Fabio Accardi alla batteria. Il loro “African Way” (Parco della Musica Records, 2015) è stato registrato dal vivo al Medimex di Bari nel novembre 2014, al ritorno da un tour intrapreso in terra d’Africa, promosso dalla Fondazione Musica per Roma, che li ha visti suonare in vari luoghi, tra i quali Etiopia, Mozambico e Kenya. Concerti che hanno affinato l’interplay che il quintetto mette in mostra nelle otto tracce originali di questo lavoro, dalle quali affiora netta la passione degli interpreti per le melodie cantabili, costruite attraverso arrangiamenti ricchi di elementi timbrici, ulteriormente ampliati dall’utilizzo di effetti e tastiere, e per gli sviluppi d’insieme che prevalgono sullo slancio solista. I temi sono esposti sia dai sassofoni di Partipilo e Casarano, entrambi in alternanza tra contralto e soprano, sia da Mirko Signorile, pianista che riesce sempre a trasmettere, anche nell’esecuzione di poche misure, l’idea di una figura sonora riferibile a luoghi o situazioni immaginarie. Il lavoro, nel suo insieme, si rivela stilisticamente vario e oscilla da brani suonati a tempo veloce a passaggi vagamente funky, non tralasciando però situazioni più riflessive e misurate, come nel caso di Secret Dream, un momento evocativo che racchiude ispirati contenuti melodici.